UNA PRIMAVERA...COLOR BLOCK


La prima volta che abbiamo sentito parlare di COLOR BLOCK tanti, tanti anni fa, abbiamo creduto per un attimo che volesse dire "viva il nero... blocchiamo il colore"! Poi Diana Vreeland - che per prima aveva inzuppato di colori sgargianti e sfavillanti le copertine di Vogue - è corsa in nostro aiuto e ci ha spiegato che, in realtà, il COLOR BLOCKING indica la tendenza ad abbinare i colori... a blocchi, in modo inusuale e vivace, per creare un ensemble armonioso ma allo stesso tempo unico, inconsueto, distintivo e pieno di carattere.




Beh... che vi piaccia o no, fatevene una ragione: è questa la tendenza della prossima primavera/estate. Il colore a blocchi trionfa, in tutte le sue sfumature! Ma non dimenticate che anche bianco e nero sono colori, sono una la sottrazione e l'altro la somma di tutti i colori. Quindi, se oggi abbinerete un giallo "sparato" a un verde "fluo", aggiungete una bella cintura bianco "ottico" e completate con delle décolleté "inchiostro" che daranno al vostro outfit un impeccabile effetto Mondrian.


COLOR MIX...


ll Color Block si ottiene in due modi, il primo è quello di abbinare COLORI A CONTRASTO. Una scelta audace, che va gestita nel migliore dei modi, sfruttando un piccolo trucchetto: scegliete colori molto dissonanti tra loro ma nella stessa gradazione, caldi oppure freddi. Giallo e rosso vi intimidiscono? Provate una camicetta rosso bordeaux su una bella gonna senape!

Il contrasto è sinonimo di creatività, di carattere e di autostima... noi ci vestiamo color block ogni volta che dobbiamo affrontare una giornata pesante: ravviverà il nostro umore e farà sorridere chi avrà la fortuna di venirci incontro!



...O COLOR MATCH?


Il secondo modo di essere Color Block è scegliere un colore e farlo diventare protagonista assoluto del nostro outfit, declinandolo in ogni sua sfumatura. Dalla testa ai piedi, l'idea è quella di rimanere fedeli alla shade del momento: suvvia... lo facciamo sempre con il nero, perché non potremmo farlo anche con un bel rosso ciliegia, un rosa antico o un elegantissimo grigio perla?


Ovviamente l'effetto è diametralmente opposto: l'accordo tra le diverse sfumature crea un irresistibile gioco di chiaro scuro che, se ben calibrato, è davvero insuperabile e soprattutto inappuntabile. Elisabetta II è un'indiscussa icona di stile e i suoi "completini" Color Block sono la perfetta rappresentazione della potenza, della fierezza, della coerenza, della creatività e dello humor di una donna davvero unica.




E ricordare che si mescolano e si abbinano anche i tessuti, con le loro pesantezze, trame e finiture. Era Carrie Bradshaw che mescolava gonna di tulle e giacca di tweed? sì, era proprio lei!


Ancora una volta la lingua inglese ci viene in soccorso: Mix & Match è l'espressione chiave che rappresenta alla perfezione la "tecnica" Color Block, quell'abilità non scontata e molto apprezzata di saper mescolare o abbinare colori contrastanti nel modo più giusto. Il bianco e nero di Coco, il fucsia e l'arancio di Yves Saint Laurent, il grey e il beige di Armani... che tutti chiamano gre-ge! Una tecnica che è anche un ottimo esercizio perché ci costringe ad aprire il guardaroba e a riflettere, a mettere in discussione le certezze e a ripensare la nostra immagine. Vestirci secondo l'umore, la sensibilità del momento... vestirci un po' come ci va, per sorridere, per destare interesse, per mandare un messaggio.


Ma la moda è volubile: è la Fashion Week e le passerelle di Milano mandano messaggi inequivocabili: il prossimo inverno sarà sui toni scuri, ci sarà molto nero e tanto rigore: stanno tornando i petite robes noire, i cappottini grigi e le ampie gonne antracite, tanto bianco... quindi abbiamo ancora pochi mesi per indugiare sul colore... e che sia una primavera Color Block!

18 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti